La cucina Veneta si basa su sapori molto delicati e vari che spaziano dal riso, alla polenta, ai legumi ma trova la sua vera sintesi nei prodotti ittici. Sono famosi in tutta Italia (ma anche oltre confine) i nostri piatti a base di baccalà e sarde ma è delle seppie che vogliamo parlarvi oggi.

Povere di zuccheri e di grassi, apportano invece una buona quantità di proteine (circa 16g per 100g), e una particolare abbondanza di aminoacidi e solforati per non parlare, poi, del buon contenuto di vitamina B2, vitamina B12 e vitamina C, selenio, fosforo, ferro, rame e zinco.

In poche parole, le seppie sono un ottimo alimento per diete ipocaloriche, grazie al buon potere saziante e alle generose porzioni che è possibile consumare tutto l’anno.

Per questo vi presentiamo 4 ricette, una per stagione, che ci permettono di gustare questo ottimo pescato nel rispetto della loro stagionalità e dei prodotti che combiniamo con esso.

Seppie in umido con bisi

Con l’arrivo della bella stagione cresce la voglia di preparare pietanze fresche e leggere. Quale piatto migliore, allora, se non le seppie in umido con bisi?

Prepararli è semplice, come gli ingredienti di cui abbiamo bisogno:

  • 1kg di seppie
  • 1 kg di piselli
  • 1 cipolla medio/grande
  • 6 cucchiai d’olio d’oliva
  • 1 litro di brodo vegetale
  • prezzemolo tritato q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • 1 litro di vino bianco

Preparazione

Per cominciare, puliamo per bene le seppie, facciamo imbiondire la cipolla nell’olio poi aggiungiamo le seppie, il sale ed il pepe e irroriamo con il vino bianco. Dopo qualche minuto aggiungiamo il brodo che abbiamo precedentemente preparato.

Copriamo e lasciamo cuocere circa un quarto d’ora per poi aggiungere piselli e prezzemolo e continuiamo a cuocere per altri 30 minuti a fuoco lento.

Seppie alla griglia

Quando arriva il caldo, invece, il modo migliore di gustare il nostro pescato è con una ricetta semplice ma che rivela appieno il sapore e la freschezza del mare, come le seppie gigliate.

Gli ingredienti necessari sono:

  • 500 g di seppie di medie dimensioni
  • olio d’oliva per ungere la piastra
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 limone
  • sale
  • pepe nero macinato al momento

Preparazione

Puliamo le seppie lavandole sotto acqua fresca corrente. Togliamo le teste ed apriamo le sacche in modo da poterle appiattire. Nel frattempo scaldiamo su una fiamma viva la piastra e quando è molto calda, versiamo un filo d’olio e poi disponiamo le seppie. Cuociamole per 2-3 minuti per lato, e nel contempo prepariamo un’emulsione con l’olio, qualche goccia di succo di limone sale e pepe per condire le seppie. Una volta pronte, serviamole immediatamente con un contorno d’insalata di lattuga e pomodori o di succose verdure alla griglia.

Zuppa di seppie piccanti con la bietola

Quando il gran caldo è ormai alle porte arriva anche la voglia di piatti più sostanziosi come ad esempio la zuppa di seppie con bietole e un tocco piccante che ci da una sferzata di calore.

  • 300 gr. di seppie
  • 3 cucchiai di pomodoro concentrato
  • 7 foglie di bietola
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino rosso
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 punta di cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe

Preparazione

Laviamo accuratamente le seppie e tagliamole a pezzettini; scaldiamo l’olio in casseruola con l’aglio tritato finemente e poi aggiungiamo il peperoncino e le seppie.

Cuociamo il tutto per cinque minuti spolverando con il prezzemolo tritato e sfumando con il vino bianco, poi aggiungiamo il sale e la polpa di pomodoro.

Lasciamo cuocere ancora per una decina di minuti ponendo un coperchio nella casseruola, intanto laviamo le bietole, tagliamole finemente e aggiungiamole alle seppie. Irroriamo con poca acqua calda dove avremo stemperato il concentrato che faremo restringere.

La zuppa a questo punto è pronta e possiamo servirla accompagnandola con crostoni di pane tostato e agliato.

Seppie al nero

In precedenti articoli di questo blog vi abbiamo raccontato nel dettaglio le ricette dei bigoli al nero e delle seppie in nero con polenta. Le seppie al nero sono un piatto così tradizionale da essere chiamate anche seppie alla veneziana e per questo in qualunque stagione alle Do Spade potrete ordinarle. Le varianti come le ricette sono due: con i bigoli se volete gustarle come condimento, su un letto di polenta bianca se volete gustarle come secondo.

Qualunque sia la vostra scelta, qualunque sia la stagione non saremo mai stanchi di mangiare le seppie!

 

Pin It on Pinterest

Share This