Sono uno dei cicchetti più amati, la compagnia perfetta per un’ombra, per questo non mancano mai nel nostro bancone. Ovviamente parliamo delle nostre polpette fritte: di carne o di tonno, ognuna racchiude un sapore asciutto, morbido, uno dei più appetitosi della Laguna.

Polpettine fritte, un classico di Cantina Do Spade

La polpetta fritta, a differenza, ad esempio, del tramezzino, non vanta origine veneziane, ma è un piatto “povero” nato per riutilizzare gli avanzi di carne.

È il XV secolo quando il Maestro Martino da Como, nel Libro de arte coquinari, ne parla per la prima volata:

Antipasto di fritti|cantina do spadePer fare polpette di carne di vitello, o d’altra carne pregiata. Per prima cosa prendi della carne magra dalla coscia e tagliala in fette lunghe e sottili e battile bene sopra un tagliere, o un tavolo, usando la costa del coltello. Prendi sale e finocchio macinato e mettili sulla suddetta fetta di carne. Dopodiché prendi del prezzemolo, maggiorana e del buon lardo e trita insieme questi ingredienti aggiungendo poche e buone spezie, e spalma questo trito sulla fetta di vitello. Poi arrotola la fetta con tutto il suo contenuto e mettila sullo spiedo a cuocere. Ma non lasciarla asciugare troppo al fuoco”.

Oggi, senza dubbio, di povero le nostre polpette hanno ben poco, dato che utilizziamo prodotti ricchi, come la carne macinata fresca, il parmigiano grattugiato, il prosciutto o tonno di qualità, il tutto avvolto dalla crosta dorata della frittura croccante e appetitosa che le ha rese così famose.

I migliori fritti di Venezia? Alla Cantina Do Spade, naturalmente!

Ma le polpette non sono l’unica specialità della nostra osteria, di fatto, Cantina Do Spade è famosa per tutti i suoi antipasti fritti, che con il loro sapore, ripercorrono la storia della gastronomia tipica veneziana. Seppie, sardine chele di granchio, verdurine, moscardini dorati, leggeri e croccanti sono ottimi antipasti o perfetti aperitivi da concedersi durante una sosta tra i canali veneziani o semplicemente per passare un po’ di tempo in buona, anzi gustosa compagnia!

Pin It on Pinterest