L’arte culinaria veneziana racchiude i sapori di cielo, acqua e terra. Questi elementi, infatti, forniscono tutte le materie prime che garantiscono alla nostra cucina una notevole varietà di specialità gastronomiche.

Il mare e i fiumi offrono pesci e molluschi; la terra, gli ortaggi, il mais con il quale preparare, ad esempio, un’ottima polenta, e le carni; il cielo, la selvaggina. E poi ci sono le spezie, importate nel corso dei secoli dai mercanti e dagli emissari della Serenissima al ritorno dai loro viaggi, che danno ai nostri piatti un tocco di raffinatezza in più.

Le umili origini delle polpette in umido

polpette in umido con polentaLe polpette, così come concepite dai nostri nonni, non rappresentano, però, un piatto raffinato. Nella dizione veneta delle “polpete a la poareta”, infatti, si leggono le loro umili origini fatte di rimanenze di carne, salumi e formaggi che si utilizzavano per dare utilità agli avanzi di cibo che la penuria e il buon senso non permettevano buttar via. Oggi, com’è capitato a molte delle così dette “pietanze povere “della tradizione culinaria italiana, le polpette si sono trasformate in un piatto gourmet, preparato con ingredienti prelibati che soddisfano qualsiasi palato ed esigenza alimentare e sono così buone da essere esposte sempre in bella mostra tra i banconi dei bàcari. Ma le loro ricette, per fortuna, non si discostano molto da quelle tradizionali come le polpette in umido con polenta che vi presentiamo di seguito, da accompagnare a un buon giro di “ombre”.

Ingredienti per circa 12 polpette

  • 650 grammi di manzo magro macinato
  • 120 di salumi come prosciutto o mortadella
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 2 fette di pane ammollate nell’acqua
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di noce moscata
  • prezzemolo tritato q.b.
  • 1 cipolla
  • 800 grammi di pomodori pelati o passata di pomodoro
  • olio e.v.o. q.b.
  • sale q.b.

Preparazione

In una ciotola, amalgamate la carne, l’uovo, la noce moscata, il parmigiano, due pizzichi di sale, il pane, il trito di salumi, il prezzemolo e l’aglio.
Con l’impasto ottenuto, formate delle piccole polpette.
Fate soffriggere la cipolla tagliata finemente e aggiungete i pelati schiacciati o la passata di pomodoro e salate al gusto.
Quando il sugo inizia a bollire, immergetevi delicatamente le polpette e dopo 6-7 minuti, capovolgetele delicatamente.
Continuate a cuocere a fiamma media. I tempi di cottura variano secondo la grandezza delle vostre polpette ma saranno pronte in circa 20-25 minuti.
Impiattatele con della polenta e servite con un buon vino rosato.
Una ricetta da leccarsi i baffi, non lo pensate anche voi?

Pin It on Pinterest