Fritte, in insalata, marinate, ripiene, sì sono proprio loro, le seppie, i molluschi più comuni dell’Adriatico, facili da reperire freschi nei nostri mercati ogni giorno, in ogni periodo dell’anno. E poi, con quell’inconfondibile forma leggermente ovale, si prestano alla preparazione di molte ricette: da sfiziosi antipasti a raffinati primi piatti o appetitosi secondi.

Seppie ai ferri

La preparazione più comune, e senza dubbio più squisita, della seppia, però, è ai ferri. Non a caso è uno dei cicchetti più richiesti e apprezzati della nostra Cantina: c’è chi preferisce accompagnarlo a una birretta fresca, chi a un calice di bianco frizzantino, ma in qualsiasi caso questo piatto è una vera e propria delizia per il palato.

La ricetta

Quella delle seppie ai ferri è una di quelle ricette da presa per i “fornelli”, in tutti i sensi perché ci vogliono davvero poco tempo e pochissimi ingredienti per ottenere un piatto a dir poco succulento.

Ecco quali sono.

  • 6 seppie di media grandezza
  • olio extra-vergine d’oliva
  • succo di 2 limoni limone a spicchi
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo fresco tritato

 

seppie ai ferri|cantina do spadePreparazione

Pulite bene le seppie eliminando la pellicina che le ricopre, gli occhi e il becco che troverete alla base dei tentacoli. Staccate con prudenza i sacchi di tinta, facendo attenzione a non romperli, sfilate l’osso e lavate accuratamente le seppie con acqua fredda.
Asciugate le seppie, tagliatele in quattro parti e fatele marinare per almeno due ore in un’emulsione di olio extra-vergine d’oliva, sale, pepe e succo di limone.
Mettete sul fuoco una griglia capiente e quando è ben rovente, fate cuocere le seppie appena due o tre minuti per lato.
Servire accompagnata da maionese, limone, prezzemolo ma soprattutto vino bianco e buona compagnia!

Pin It on Pinterest